Browsing Category

BRUNCH

BRUNCH

I pancakes americani, la ricetta perfetta

Pancakes è sinonimo di Brunch e la Domenica è senza dubbio il giorno migliore per ritrovarsi e gustare una colazione/pranzo insieme a famiglia o amici.

Sono il piatto tradizionale per la prima colazione nell’America settentrionale e, con molte varianti, in altre parti del mondo. Simili alle crepe, differiscono da queste perchè più alte, sono infatti spesse 3/5 mm grazie alla consistenza densa dell’impasto e alla presenza del lievito. Sebbene generalmente siano dolci, esistono molte versioni salate. Quando sono stata a New York ne ho assaggiati di buonissimi, serviti insieme a del bacon croccante ed erano grandi ameno quanto un piatto da frutta:)

Ecco la ricetta perfetta per dei pancakes morbidi dentro e leggermente croccanti all’esterno.
In foto la versione con bacon croccante e formaggio cremoso.

bacon pancakes

Leggi l'articolo…

BRUNCH

Pancakes Pan di Stelle

Ditemi che non è iniziato davvero Settembre e che è solo un brutto sogno!
Ogni anno la fine di Agosto mi provoca una profonda tristezza e non importa quanto abbia fatto caldo niente batte l’estate. 
Questa mattina era necessario tirarsi su in qualche modo ed allora ho pensato alla colazione più super che ci sia con i dei PANCAKES PAN DI STELLE.
Come rendere ancora piu più golosi dei semplici pancakes? Aggiungendo all’impasto cacao e…polvere di Pan di stelle. Si avete capito bene, tanti biscotti tritati finemente ed aggiunti all’impasto.

Così, da un esperimento ne è nata una ricetta che non potevo non condividere con voi.
Il sapore di questi pancakes è proprio lo stesso dei biscotti più famosi della nostra infanzia e hanno poco zucchero quindi ho scelto di farcirli con panna e ganache fondente.
Insomma, Settembre non ti temo!

INGREDIENTI: 
Per i pancakes (num. 8 ):  
– 150 gr farina
– 30 gr cacao
– 1 cucc.ino lievito
– 1/2 cucc.ino bicarbonato
– 1 presa di sale
– 6 cucchiai di zucchero
– 240 gr yogurt
– 1 uovo
– 3 cucchiai di burro sciolto
– 9 Pan di stelle 
Per la panna monata:
– 200 gr panna liquida
– 10 gr zucchero a velo 
Per la ganache:
– 100 gr cioccolato fondente
– 50 gr panna liquida 
Per la decorazione:
– Pan di stelle q.b.
PROCEDIMENTO:
Per i pancakes:
1. Con l’aiuto di un tritatutto, tritare finemente i Pan di stelle finchè non saranno una polvere;
2. In una ciotola unire la farina con il lievito, il bicarbonato ed il sale. Aggiungervi l’uovo, lo yogurt ed il burro. Mescolare bene, poi unire la polvere di Pan di stelle;
3. Scaldare la padella e cuocere i pancakes con una noce di burro, avendo cura di girarli non appena vedrete formarsi delle bollicine sulla superficie. Una volta pronti, metterli in un piatto.
Per la panna montata:
1. Montare la panna montata con lo zucchero. Se preferite, potete aggiungervi dell’ulteriore polvere di Pan di stelle.  
Per la ganache:
1. Scaldare la panna in un pentolino, poco prima del bollore, spegnere la fiamma ed unire il cioccolato tritato. Mescolare e lasciar raffreddare.
Assemblaggio:
1. Farcire i pancakes con la panna montata e poi terminare con ganache e biscotti Pan di stelle. 

BRUNCH/ PIATTI SALATI

Tarte tatin salata con asparagi, pistacchi, emmental e pancetta affumicata con sfoglia Buitoni

In collaborazione con Buitoni.
Lo scorso weekend sono stata a casa di una amica che ci ha invitati per una bella braciata in giardino. Una delle cose che mi sono offerta di preparare oltre al dolce, ovviamente, è stata una bella torta salata. Ho avuto l’accortezza di tenere conto che due degli invitati erano celiaci ed ho quindi optato per qualcosa che potesse essere apprezzato anche da loro. Se per il dolce avevo le idee chiare, il piatto salato mi ha messo un po’ in difficoltà. Per fortuna che mentre gironzolavo per il supermercato ho notato che, oltre alle solite sfoglie già pronte, la Buitoni ne produce una senza glutine. Ho deciso di provarla, nonostante di solito io la prepari per conto mio. 

Quello che ho scoperto dopo è che i miei due amici celiaci la conoscevano già bene e ne sono soddisfatti. Come detto, avevo poco tempo. Dovevo preparare il dolce e la torta salata la mattina stessa del pranzo e quindi ho scelto di fare una Tarte Tatin salata con asparagi, pistacchi, emmental e pancetta affumicata. A differenza delle classiche torte salate, questa si compone al contrario. Prima si posiziona il ripieno su di una leccarda e poi lo si ricopre con il disco di pasta sfoglia che è già stesa e facile da maneggiare. In un attimo ho bucherellato la sfoglia e infornato. Già durante la cottura ho notato come la sfoglia mantenesse la forma e il colore finale è stato bello dorato. La friabilità che mi era apparsa perfetta al tatto è stata confermata al momento dell’assaggio il giorno stesso. Fra una bistecca e l’altra, questa torta salata è stata la perfetta soluzione per accompagnare le varie pietanze. Insomma, che del marchio ci si potesse fidare è assodato. Buitoni è sul mercato da anni e non ha mai deluso le aspettative nei prodotti che ho avuto modo di provare. Questa volta ho testato la linea senza glutine e la pasta sfoglia è stata una bella scoperta. Con la sua miscela ricercata di farine, è la soluzione ideale per chi vuol mantenere un regime alimentare senza glutine, senza scendere a compromessi con gusto e qualità! Per questo è buona per tutta la famiglia, non solo per chi è celiaco o intollerante. Esiste anche la Pasta Brisée che proverò presto quando ricambierò l’invito della mia amica. 

INGREDIENTI:
1 mazzo asparagi verdi freschi 1 rotolo di pasta sfoglia senza glutine Buitoni 100 gr pancetta affumicata a striscioline 120 gr emmental 60 gr pistacchi tritati grossolanamente 1/2 cucchiaio miele sale e pepe q.b. PROCEDIMENTO: 1. Pulire gli asparagi eliminando la parte dura dei gambi. Foderare una placca del forno con carta da forno. Versarvi sopra il miele e distribuirlo lungo la carta da forno con un pennello; 2. Distribuire sopra il miele il sale ed il pepe, metà della pancetta, i pistacchi, gli asparagi ed il formaggio grattugiato con la grattugia a fori grossi. Terminare con la restante pancetta. Srotolare sopra la pasta sfoglia e bucherellarla. Infornare per 10-15 minuti, poi adagiare sopra la sfoglia un foglio di carta da forno ed una teglia tonda così da evitare che la sfoglia si gonfi troppo durante gli ultimi minuti di cottura. Rimettere in forno per altri 12 minuti; 3. Sfornare e, facendo attenzione, togliere la teglia e la carta da forno che avevamo adagiato sopra la sfoglia. Poi, posizionarvi sopra il piatto da portata e ribaltare la teglia. Servire tiepida. Buon appetito.

#CambiaInCucina #BuitoniItalia
BRUNCH

French toast o pain perdu francese

Per Pasquetta l’ideale è organizzare un brunch all’aperto, munirsi di cestino da pic nic ed una bella coperta. Dopo il pranzo di Pasqua l’ideale è mangiucchiare qualcosa di non troppo pesante, da accompagnare con caffè, spremuta fresca e un bicchiere di prosecco.
Per il salato, ho realizzato recentemente due quiches deliziose che sono entrate a far parte dei must da presentare a cene più o meno importanti come antipasti. La prima è la quiche lorraine, torta salata tipica della tradizione francese della regione della Lorena o, come la chiama mio marito, “la torta carbonara”. Effettivamente ha ragione, l’involucro di pasta brisè è ripieno di pancetta, uova ed emmental ed è una delizia per tutti quelli che adorano questo primo piatto.
La seconda è una quiche stracchino e zucchine, molto leggera e veloce da preparare. Ha una base di pasta sfoglia, uova, zucchine tagliate sottilmente a julienne e tanto crmoso stracchino. Sono entrambe buonissime sia consumate calde che fredde.

Inutile dire che i pancakes salati e dolci sono la scelta ideale. Potrete prepararne tre a testa e conservarli in un contenitore e poi farcirli al momento con formaggio spalmabile e salumi o condimenti dolci come nutella, marmellate, burro e frutta.

 

Leggi l'articolo…

BRUNCH/ PIATTI SALATI

Il brunch di Pasquetta: ricette ed idee per un buffet

Per Pasquetta l’ideale è organizzare un brunch all’aperto, munirsi di cestino da pic nic ed una bella coperta. Dopo il pranzo di Pasqua l’ideale è mangiucchiare qualcosa di non troppo pesante, da accompagnare con caffè, spremuta fresca e un bicchiere di prosecco.
Per il salato, ho realizzato recentemente due quiches deliziose che sono entrate a far parte dei must da presentare a cene più o meno importanti come antipasti. La prima è la quiche lorraine, torta salata tipica della tradizione francese della regione della Lorena o, come la chiama mio marito, “la torta carbonara”. Effettivamente ha ragione, l’involucro di pasta brisè è ripieno di pancetta, uova ed emmental ed è una delizia per tutti quelli che adorano questo primo piatto.
La seconda è una quiche stracchino e zucchine, molto leggera e veloce da preparare. Ha una base di pasta sfoglia, uova, zucchine tagliate sottilmente a julienne e tanto crmoso stracchino. Sono entrambe buonissime sia consumate calde che fredde.

 

Leggi l'articolo…

CONSIGLIA Pizza tonno e cipolla